Truffati BancoPosta: la soluzione è l’arbitro finanziario.

Cari amici di ZeroSpese, pubblichiamo questo articolo nella speranza di offrirvi un raggio di luce nelle vostre nebulose vicende di BancoPosta.

Sono infatti moltissimi coloro che si sono rivolti a noi raccontando di sparizioni improvvise di denaro dai conti correnti Banco-Posta, frutto di operazioni non autorizzate dai proprietari del conto e mai rimborsate dalla banca.Coloro infatti che hanno avuto il proprio conto corrente svuotato del tutto o in parte dopo il primo gennaio 2007 hanno un nuovo modo per fare valere i propri diritti: l’arbitro bancario/finanziario.

Basta reclami o richieste di risarcimento senza risposte! Basta accettare passivamente lettere di BancoPosta che ci spiega che il prelievo è stato regolare e siamo stati noi a farlo!

A questo indirizzo è spiegata l’esatta procedura per fare ricorso, tenete presente ancora due cose:

1. deve essere passato meno di un anno dal vostro reclamo a BancoPosta
2. la somma sottratta deve essere inferiore a euro 100.000

Vi invitiamo a procedere con l’arbitro finanziario e riportare a casa i vostri soldi!! Ovviamente poi ci offrirete una pizza in cambio!!

Per favore scrivete nei commenti i vostri successi o le vostre perplessità.

Un pensiero su “Truffati BancoPosta: la soluzione è l’arbitro finanziario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *