Come chiedere il rimborso a PostePay

Molti utenti ci hanno contattati per la stessa cosa: la loro carta postepay era stata usata per acquisti online, ma non da loro!

Sui prodotti bancoposta su questo sito si è aperta una pagina piuttosto frequentata ma, questa volta, vogliamo dare alcune istruzioni a chi ha subito un furto in denaro sulla propria postepay e voglia disconoscere l’operazione. Quali sono i passi da fare? Chi bisogna contattare? Eccoli punto per punto da seguire alla lettera:

1. Stampare una lista completa dei movimenti della carta, comprese le operazioni che vogliamo disconoscere. Questa operazione è da fare come prima cosa, prima ancora di bloccare la carta! Perchè se blocchate la carta poi non potrete stampare la lista! Una volta che avrete la stampata completa fare diverse fotocopie (almeno 5 o 6, vi serviranno tutte!).

2. Fare denuncia alla polizia postale o ai carabinieri. Disconoscere l’operazione e dare loro una copia della lista movimenti con evidenziate le operazioni che NON avete fatto.

3. Via telefono o recandovi allo sportello bancoposta presentate denuncia e bloccate la vostra carta. Otterrete quindi il codice di blocco ed una carta sostitutiva (ma forse è meglio non averne). Allo sportello darete anche la lista movimenti con evidenziate le operazioni che disconoscete.

4. Preparate e spedite i seguenti documenti:

a) copia lista movimenti (con evidenziato il movimento disconosciuto).
b) copia denuncia polizia postale o carabinieri
c) copia documento di blocco postepay con codice di blocco.
d) lettera in fronte che spiega la situazione e la richiesta di rimborso e che elenca i documenti allegati.
il tutto va inviato a:
Poste italiane SPA – Condirettore generale revisione interna banco posta reclami
Viale Europa, 175 – 00144 Roma

Fatto questo bisogna solo aspettare e, passati alcuni mesi, rispedire ad intervalli regolari il tutto… sino a che non otterrete una risposta.
Fateci sapere!

371 pensieri su “Come chiedere il rimborso a PostePay

  1. Elisa

    Qualcuno ha ottenuto il rimborso tramite le Poste senza aver fatto la procedura tramite ABF? Mi sono accorta che sono passati più di 12 mesi dal furto e che quindi non posso più rivolgermi all’ ABF.. Ho già mandato un sollecito alle Poste.. Consigli? Grazie.

  2. sisi

    ankio sono.stata truffata 200€ per acquisto online su amazon non autorizzato. Il bello e’ ke questa carta POSTEPAY EVOLUTION non lo avevo ancora mai usato per acquisti online non riesco capire come hanno fatto. Se blocco la carta posso recuperare i soldi trasferendoli su un altra carta successivamente ?o mi conviene trasferirli prima di bloccarli?

  3. Krys

    Ciao quando ricaricate la Vostra Postepay dovete solo consegnare la ricevuta della ricarica precedente mai consegnare la scheda perche assegnado il codice della pospepay piu la data di scadenza più il codice cvv2 pin a 3 cifre riportato dietro alla scheda si possono fare acquisti facilmente on line senza conoscere il pin della scheda tenerli sempre ben coperti con del nastro nero o con delle fodere che coprono almeno il codice cvv2 e il codice di scadenza della pospepay in più chi ricarica pospepay altrui risulterà come ( DONO REGALO ) in caso di acquisti on line o pagamenti x altri motivi Attenzione non sarete rimborsati nemmeno se scende il padre eterno. fate attenzione la denuncia non serve a niente solo spreco di tempo.

  4. Sylvia

    Oggi mi sono accorta che il 30 dicembre scorso ho avuto due addebiti di euro 20,00 e di 19,48 spesi su CLOUDITALIA.COM AREZZO adesso farò fotocopie, denuncia, etc etc… ma come kaiser è successo? mah!!!

  5. Carlo

    Anche io vittima di frode sulla e-postepay (la postepay virtuale, in pratica ho ricevuto solo il numero della carta e i codici di sicurezza, senza la carta materiale).
    Sono trascorsi 2 mesi dal reclamo e le Poste nicchiano.
    Intendo presentare ricorso all’ABF, ma non riesco a capire nei dati dell’intermediario cosa devo scrivere, perchè trattandosi di una carta solo virtuale, rilasciata online, con credenziali inviatemi via sms, non ho avuto contatto con una filiale specifica per il rilascio della carta… Non so se devo indicare la sede legale di Poste Italiane spa oppure la filiale presso cui mi sono rivolto per il reclamo (che loro hanno inviato via fax all’ufficio competente). Non è questa filiale che mi ha rilasciato la carta ma l’ufficio virtuale delle Poste 55111…
    Se qualcuno sa aiutarmi, ne sarei grato. Per la e-postepay i guai si complicano in questo caso…Penso di indicare direttamente la sede centrale, a questo punto.

  6. Enrico

    A me invece clonate due poste pay a distanza di pochi mesi adesso basta mai più userò postepay.

  7. francesca

    a me hanno fregato 650 euro sul conto postaclick e 250 da una postepay ma volete sapere l’assurdo? I soldi sulla postepay ci sono ma sicoome l’incompetente del direttore delle poste mi ha tagliato la carta i soldi che sono sulla carta tagliata non me li rimborsano subito ma devo apsettare che emttano un assegno. Però il database degli assegni emessi è fermo a settembre 2014. Un vero schifo
    e ogni volta che chiamo mi danno una risposta diversa

  8. Bruno

    A me hanno trafugato 400 euro lo scorso settembre su un sito di scommesse di Londra.
    Fatta tutta la trafila ( denuncia alla P.S., modulo di denuncia a Progetti Speciali e Procedure – Gestione Reclami di Poste Italiane ( allegando tutto e di più ).
    A fine gennaio mi è pervenuta la raccomandata con l’assegno.
    Mi sono fatto dare una nuova postepay, anche per recuperare il residuo su quella clonata. Comunque mi sono prefissato di non lasciare sulla carta importi al di sopra dei 100 euro per più di qualche ora ( tempo tecnico per pagare un viaggio, una assicurazione).
    Non demordete; se non arriva nulla entro 5 mesi rivolgetevi all’Arbitrato Finanziario Bancario https://www.arbitrobancariofinanziario.it/ilRicorso.

  9. Renato

    Buon giorno,
    il 17/02/2015, tentando di fare un pagamento online con carta Postepay il pagamento mi è stato rifiutato. Ho controllato l’estratto conto ed ho verificato che il saldo contabile era di Euro 717,09 mentre il saldo disponibile era di Euro 8,16.
    Ho telefonato al numero verde delle Poste Italiane da cui ho appreso che durante la notte dello stesso 17/2 erano stati effettuati tre pagamenti online per acquisti ed ho subito bloccato la carta, anche se ormai era stata vuotata.
    Mi chiedo come sia possibile, considerando che, quando la uso io, mi arriva un sms con codice da inserire per poter effettuare il pagamento e quella notte non ho ricevuto alcun sms, significa che la protezione delle Poste non serve a nulla.
    Ora attendo l’estratto conto dalle Poste, perché io non posso più accedere, per poter denunciare il fatto e chiedere il rimborso alle Poste, tuttavia all’ufficio postale mi hanno anticipato che sarà lungo e difficoltoso l’iter per il rimborso. Meglio utilizzare carte più sicure.
    Per favore sapete indicarmi una scorciatoia per il rimborso?
    Grazie e cordiali saluti
    Renato

  10. smallville

    Io fortunatamente ci lascio sempre pochissimo sulla postepay, la ricarico solo dell’importo che mi serve e, se è un importo alto, appena arrivo a casa dopo averla ricaricata pago cosi l’importo alto sta sulla carta solo massimo 1 ora.
    E’ l’unica sicurezza possibile.
    Detto questo cmq mi hanno fregato 15 euro circa con un pagamento presso neteller. Mi conviene fare tutta la trafila blocco carta+denuncia per soltanto 15 euro? considerando che solo la denuncia e l’invio della documentazione mi costerà sui 6-7 euro, non so se mi conviene. Tanto io ora uso la prepagata paypal che è migliore. Quindi quasi quasi faccio solo l’estinzione della postepay e basta, oppure la lascio scadere senza più usarla ne ricaricarla.

  11. Alessandro

    A tutti quelli ai quali cercano delle risposte su come ri-ottenere i propri soldi sottratti, andate al leggere il mio post 198.
    FATE RICORSO ALL’ ABF.

  12. Italo Rapisarda

    Ho fatto la Postepay nel giugno 2012, perché alcuni siti non accettavano la Paypal. Ricarica massima 50 euro. Nel giugno 2013 avevo meno di 30 euro , ma un prelievo di 20 euro a favore di EUROBET ITALIA SRL, a me assolutamente sconosciuta, mi convinse a non utilizzarla più, dopo aver lasciato poco più di 2 euro residui. Un mese fa mi decisi a riprovare, dopo avere cambiato la password ed ascoltando la loro pubblicità. Un pagamento sicuro di 25 euro ed oggi scopro che si sono presi 10 euro senza che si capisca chi e come. Ho telefonato ma una ragazzina disperata non sapeva cosa dirmi, mi ha consigliato solo di bloccare la carta, ma per 17 euro non ne vale assolutamente la pena. Domani andrò in qualche ufficio postale a lamentarmi un po’, logicamente senza denunce o altro, che non servono a niente per somme così ridicole e poi ritornerò alla mia Paypal.

  13. Hally

    Ciao! Io ho ricevuto il rimborso di 390 euro da poste italiane! Ecco come dovete fare: innanzitutto andate alle poste e fate stampare una lista movimenti e bloccare la carta, poi fare una denuncia di disconoscimento in questura (NON alla polizia postale), far sottolineare quali movimenti non vi competono, poi dovete fotocopiare tutto, e seguire le istruzioni date dal sito https://www.arbitrobancariofinanziario.it/. La procedura è semplice, dopo aver fatto un versamento alla banca d’italia di 20 euro per i bolli, mandate tutto via raccomandata all’arbitro che vi risponde entro 60 giorni. Ma prima di rivolgervi all’arbitro dovete prima fare ricorso a poste, che non vi risponderà mai. Se entro 45 giorni non risponde (esattamente come è scritto nel contratto postepay), potete rivolgervi all’arbitro. Se avete vinto la causa, poste vi rimborsa entro 60 giorni! Ma attenzione, se ricevete un primo assegno (cosa successa a me) senza i 20 euro di bollo che avete speso, aspettate a riscuoterlo, poco dopo vi arriverà l’assegno giusto (cifra disconosciuta + costo bolli di rimborso): voi cambiate quello! Se cambiate il primo, non vedrete più i vostri 20 euro 🙁 Pazienza, per me l’importante era recuperare i 390!

  14. Monica

    Ciao a tutti anche io sono stata truffata, mi sono accorta di un’operazione online a me sconosciuta sul sito http://www.bwin.it di € 176,75, ora blocco la carta faccio la denuncia ai carabinieri e spedisco tutto a Roma, se non ricevo risposta dopo 30 giorni faccio ricorso all’ ABF, tentare non costa nulla, spendo 20 € per le spese chissà che mi rimborsano anche una parte!!
    L’unica sicurezza al giorno d’oggi è il pagamento con le banconote.
    Finchè si saranno le carte prepagate ci saranno persone disoneste che cercheranno di clonarle!!
    Vi farò sapere.

  15. william

    salve anche io ho subito la clonazione della mia carta postepay Gennaio 2013.Dopo aver fatto la denuncia ai carabinieri del desconoscimento delle operazioni dove venivano effettuate delle scommesse online,per un totale di 2510,00.E inviando la denuncia alle poste italiane,tramite il mio ufficio postale di competenza aiutatomi dal direttore dello stesso.Nel Gennaio 2014 vengo contattato telefonicamente che sarei stato rimborsato perchè riconosciuta la frode.Assicurandomi che entro 90 giorni avrei ricevuto l’assegno con l’importo di 2510,00.A Maggio cambio residenza e in Agosto la comunico tramite il call center “800 00 33 22” sollecitando il pagamento,in cui mi viene detto che l’assegno era stato inviato al mio vecchio indirizzo e di conseguenza tornato indietro.Il 1 Settembre vengo contattato spiegandomi la situazione della mia pratica e che l’assegno tornato indietro avrebbe dovuto essere stornato,prendendo di nuovo il mio nuovo indirizzo,e assicurandomi che sarei stato rimborsato entro 90 giorni.Ad oggi dopo l’ennesimo sollecito non ho ancora ricevuto notizie,nè tramite posta e nè tramite call center.Qualcuno potrebbe aiutarmi ad individuare qui a Roma l’ufficio postale competente della postepay senza dover passare per il call center,per poter parlare direttamente con qualcuno che possa darmi delle spiegazioni concrete.Perchè a questo punto non sò se dovrò fare una denuncia alle poste italiane.Grazie

  16. William

    ciao anche io sono stato una vittima del clonamento della mia carta postepay a Diciembre 2012 di un importo di 2510,00,dopodichè ho fatto la denuncia ai Carabinieri e quando l’ho consegnata alle poste mi è stato confermato il risarcimento con il totale importo.Dopo aver aperto non so quante pratiche e solleciti a Settembre 2014 mi hanno contattato dicendomi che entro 90 giorni mi avrebbero inviato l’assegno ma ad oggi ancora niente.Cosa mi consigliate di fare?
    Grazie

  17. Daniele

    Leggendo la maggior parte dei post ho fatto la denuncia alla polizia e poi alle Poste con pochissimo ottimismo.
    Mi sono state addebitate solo 40 euro tramite acquisti online di siti sicuri e dopo neppure un mese m’è arrivato a casa l’assegno postale esatto.
    M’hanno rimborsato velocemente degli addebiti sulla postPay!

  18. Angela

    Buonasera a tutti. Ebbene, pure io sono una delle vittime di detrazioni non autorizzate sulla ma poste-pay. In un unica giornata la carta mi è stata prosciugata. Più di 800 euro spesi da chissà chi. Dico da chissà chi perchè, purtoppo, ho fatto l’ errore di bloccarla subito (su consiglio di un operatirce del call center) senza aspettare che venissero aggiornate le transazioni all’ interno della lista dei movimenti. So quante oprazioni sono state svolte perchè mi sono state riferite dalla operatrice che non mi ha detto che era necessario stampare la lista dei movimenti. Tuttavia una serie di annotazioni su un foglio non hanno di certo valore legale, per cui mi chiedo se le Poste hanno la possiblità di risalire a queste operazioni anche se la carta postapay è stata bloccata. Se così non fosse, signficherebbe che non ho alcuna possibilità di recuperare il denaro. Qualcuno di voi ha vissuto la mia stessa esperieza oppure sa se è possibile fare qualcosa in questi casi?

  19. Emanuele cossu

    Ciao io sn stato truffato circa 6 mesi fà da un sito inglese, ho fatto denuncia alla stazione dei carabinieri poi lo inviata alla polizia postale e dopo tutto sn passati corca sei mesi e ho ottenuto una risposta alla qualke mi hanno dtt che e un truffatore da anni che clona le postepay su internet dagli acquisti di amazon zalando e tt i siti di abbigliamento online, su i miei movimenti co sta scritto douglas ma di sicuro hanno dtt i carabinieri hanno un conto bancario con nomi falsi e si prendono solo i soldi e nn riescono a rintracciarli ormai sn anni e sedondo me nn li prenderanno mai. E comunque dimenticatevi che vi faranno un rimborso

  20. marcela sandu

    Io mi sono trovata con quasi 1000€ rubati dalla postepay.Non ho ricevuto nessuna risposta dalle poste!niente!per caso e per fortuna ho sentito che esiste Federconsumatori.Loro hanno fatto tutto e ho ricuperato tutti i soldi!Sono straniera se ho sbagliato qualcosa,scusatemi!

  21. Anna

    Anche io sono stata vittima di una truffa nel mese di maggio di ben 1200€ su poste pay evolution che avrebbe dovuto essere più sicura.Ho seguito tutto l’iter e poste italiane in breve tempo mi ha risposto che avrebbero fatto le dovute indagini.A giugno mi arriva un’ulteriore comunicazione da parte di poste italiane nella quale era scritto che la pratica era chiusa e a breve sarebbe arrivato il rimborso, cosa che è avvenuta ma ….quando ho visto l’assegno sono andata su tutte le furie perché mi sono stati rimborsati solo 390,00€ .Qualcuno saprebbe dirmi perché? All’ufficio postale non sanno darmi risposta .Cosa devo fare? Non intendo assolutamente perdere il mio denaro!
    Grazie a chi vorrà aiutarmi,magari qualcun altro ha avuto la stessa esperienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *