Utili in caduta libera. Il crollo di ENI

eni Rapporto semestrale grandemente negativo per ENI che ha raggiunto un utile netto del 75,8% negativo rispetto all’anno scorso. anche se il dato era atteso dagli analisti (ed è in linea con le principali compagnie petrolifere, che sono tutte in perdita) la notizia ha fatto subire un pesante scossone alle azioni ENI che hanno raggiunto il minimo storico.

Continua a leggere

Vendere oro online.

oro Come abbiamo più volte affermato (e le statistiche dei mesi successivi ci hanno dato ragione), investire nei metalli preziosi quando il mercato in generale non si rivela essere molto in forma o in un periodo generale di crisi, è sempre una mossa vincente.

Naturalmente, oltre a coloro che amano investire in oro a livello azionario o di portafoglio acquisti, abbiamo anche coloro che, possedendo oro in lingotti, o gioielli, desiderano realizzarlo approfittando del buon momento. Continua a leggere

Conto IWBank

iw-bank Qualche giorno fa, in molti hanno ricevuto, via SMS o mail, la pubblicità di IW Bank che reclamizzava il suo conto corrente a Zero Spese.

Non si paga quindi nulla per l’apertura del conto, non si paga l’utilizzo e la consegna del bancomat, così come di una carta di credito IW banca.

Continua a leggere

Obbligazioni FIAT: successo annunciato.

fiat Anche la FIAT decide di capitalizzare e lo fa attraverso le emissioni di obbligazioni che hanno riscosso un enorme successo presso gli investitori. L’eurobond targato fiat è una cedola a 3 anni, per un totale di 1,25 miliardi di euro.

Il regolamento dell’offerta è atteso per domani, il 28 luglio 2009, ed i titoli saranno emessi da Fiat Finance and Trade Ltd S.A., Società interamente controllata dalla FIAT. L’emissione è stata curata da Barclays, con la partecipazione di Banca Imi, Calyon e Unicredit.  Continua a leggere

CheBanca: il conto deposito che ti paga prima.

chebanca CheBanca rilancia nuovamente un conto deposito che promette il 3,5% lordo di interessi, per un deposito garantito di un anno.

In un periodo poco florido per i conti di deposito, Chebanca! cerca di farsi largo tra le migliaia offerte simili del settore con una offerta piuttosto originale: se si decide di vincolare la cifra per 3,6 mesi o per un anno si ha diritto sin da subito alla quota di interessi, immediatamente disponibile su un conto tascabile CheBanca. Continua a leggere

CODAPI: cosa è e cosa fa

codapi I gruppi di acquisto sono diventati una realtà molto importante in Italia. Per questo motivo, intorno a questa realtà, continuano a sorgere gruppi o associazioni più o meno importanti.

Il CODAPI (Confederazione Attività Produttive Italiane) è nato proprio con l’idea di diventare un grande gruppo di acquisto. Da una parte i negozianti convenzionati si impegnano a fare sconti immediati o ad accumulo ai propri clienti soci CODAPI, dall’altra i clienti, trovando maggiore convenienza, si fidelizzano  e continuano ad acquistare.  Continua a leggere

Colf e badanti: regolarizzazione selettiva.

badanti 500 euro ed un rapporto di lavoro che deve essere in corso almeno da aprile 2009. Sono queste le due regole per la regolarizzazione del rapporto di colf e badanti secondo l’ultima versione messa a punto dai ministri del welfare e dell’interno che sarà presentata come emendamento al decreto legge anticrisi.

Questa operazione dovrebbe interessare circa 500mila lavoratori (sia italiani che stranieri).  Continua a leggere

Zopa sospesa dal Ministero dell’Economia

zopa Il banner pubblicitario di Zopa è stato per molti mesi presente su Zero Spese e chi vorrà cliccare il loro sito se lo ricorderà sicuramente.

La notizia importante, arrivata in questi giorni è che il ministero delle finanze, il 10 luglio, ha cancellato dall’elenco degli intermediari finanziari ex art. 106 la società Zopa S.p.a. che gestiva l’omonimo sito, il quale si occupava di mediare prestiti tra privati. Non tanto un canale di micro-prestiti quanto un vero e proprio social landing.  Continua a leggere

Le materie prime in borsa

materie-prime La borsa, come abbiamo scritto nell’articolo di ieri, è ancora fortemente instabile e i medi e piccoli investitori cercano qualche appiglio dove poter investire i loro capitali.

I fondi di deposito stanno ritoccando le percentuali di rendita al ribasso e le stime future non sono incoraggianti. I Pronti Contro Termine sono un’ottima soluzione, ma per chi ama sentire il brivido delle quotazioni di borsa, senza però rischiare troppo, esiste ancora una categoria che, nella crisi generale, stà in qualche modo reggendo, con le debite eccezioni. Continua a leggere