Intervista a Roberto Fortina: portavoce AIROLB

fortina Dell’AIROLB abbiamo già parlato in questo articolo, ma abbiamo ritenuto interessante la vicenda Lehman Brothers e, per questo motivo, abbiamo intervistato il portavoce dell’AIROLB: Roberto Fortina (nella foto) che ci ha spiegato qualcosa in più sulla vicenda fornendoci un punto di vista molto interessante…

Come siete stati coinvolti dalla vicenda Lehman Brothers?
Ognuno ha la sua esperienza, al momento siamo circa 700….
Continua a leggere

Il piano casa

pianocasa Il piano casa prima va a tutto gas, poi frena, poi cambia marcia e poi viene completamente disconosciuto. E’ una storia molto complessa quella del piano casa che ha suscitato da una parte grande attenzione, ma dall’altra grandi polemiche in particolare da parte delle regioni.

Secondo le affermazioni di Berlusconi il piano casa escluderebbe le abitazioni urbane  e comprenderebbe solo le abitazioni mono-familiari e bi-familiari o costruzioni da rifare, in netto contrasto con quanto lui stesso aveva precedentemente affermato.
Continua a leggere

Le nuove frontiere per investire

pronti La borsa va male e non è conveniente investire in azioni a meno che non si voglia perdere dei soldi. I fondi ad alto rendimento stanno rivedendo in ribasso le percentuali di guadagno ed i titoli di stato (grazie all’abbassamento dei tassi di interesse) non valgono quasi nulla.

Con una situazione come questa, dove si stanno rivolgendo i piccoli ed i grandi risparmiatori italiani, in modo da parcheggiare il proprio denaro e riceverne almeno del denaro garantito?

La risposta è: “pronti contro termine”
Continua a leggere

Braccio di ferro tra banche ed imprese.

braccio Il braccio di ferro tra banche ed imprese è sempre più serrato.

Le imprese si lamentano del fatto che le banche abbiano ormai chiuso la linea dei crediti e le banche invece negano che questo sia vero.

Chi sta mentendo? Beh la risposta è molto semplice quanto scontata. Le imprese non hanno alcuna ragione di mentire, mentre le banche (che possono ottenere i Tremonti Bond solo a patto che allentino la stretta creditizia) hanno tutto l’interesse a non concedere prestiti (in particolare alle piccole imprese) ed affermare l’esatto contrario.
Continua a leggere

Spese condominiali: che succede se non si paga?

condominio Rispondiamo con questo intervento ad un visitatore di nome Roberto.
Roberto ci scrive che, nel suo condominio, un condomino ha affittato l’alloggio di sua proprietà ad una famiglia di extracomunitari (peraltro piuttosto gentili ed affabili) e, da allora, non si è mai più recato alle riunioni condominiali, né ha mai pagato la sua quota di spese per il condominio.

In questo caso le spese, per poter pagare i fornitori, sono state ripartite tra i condomini rimasti e l’amministratore (non un professionista, ma uno degli stessi condomini)  si è sempre dimostrato piuttosto incerto su cosa fare… Continua a leggere

Lehman Brothers: Come recuperare il denaro?

lehman Il fallimento della Lehman Brothers ha avuto pesanti conseguenze anche qui in Italia. Non sono pochi infatti i piccoli e grandi risparmiatori che si sono trovati nei propri pacchetti garantiti i prodotti della banca statunitense.

Gli istituti di credito coinvolti sono parecchi: da Mediolanum a Fondiaria Sai, da Unicredit Vita a Banco Popolare… questi istituti stanno organizzando  per tutelare la loro clientela. I possessori di Obbligazioni Leman invece non sanno ancora con certezza che strada intraprendere.
Continua a leggere

I consumatori si sono fatti furbi!

farmer Che ci sia la crisi ormai lo sanno tutti, i primi dati del 2009 non sono incoraggianti. Confcommercio ha registrato un calo del 4.6% rispetto agli stessi mesi dell’anno scorso ed in particolare le spese alimentari hanno subito un calo dell’1.4%. I motivi sono essenzialmente due: il primo è l’incertezza per il futuro e la maggiore attenzione a come si spende il proprio denaro, il secondo motivo è l’aumento dei prezzi degli alimentari, nello stupido tentativo di pareggiare gli introiti con un volume di vendite minori.

La vera soluzione sarebbe quella di abbassare i prezzi, evitare i ricarichi dell 100% e forse si riuscirebbe a guadagnare qualcosa, anche se ormai è troppo tardi. I consumatori non sono più degli stupidi pecoroni e stanno prendendo piede nuove culture nell’approccio all’acquisto. Continua a leggere

Tassi di interesse al minimo storico!

bce E’ finalmente successo: la BCE (Banca Centrale Europea) ha abbassato i tassi di interesse di mezzo punto percentuale portandoli a 1.50% il minimo storico assoluto!

Ovviamente questa procedura avrà effetti su consumatori e risparmiatori italiani ed internazionali.  Vediamo alcune delle conseguenze:

La prima (la più evidente) è l’abbassamento della rata del mutuo per coloro che hanno contratto un mutuo a tasso variabile.

La seconda è l’abbassamento degli interessi dei titoli di stato e dei vari conti di deposito dove i risparmiatori hanno parcheggiato il proprio denaro.
Continua a leggere

Rca Auto

rcauto Ormai tutti sono d’accordo: le assicurazioni per l’auto sono generalmente troppo care. Occorre quindi cambiare affinchè, in questi tempi di crisi, non gravino più di tanto sul bilancio familiare. La prima cosa da fare sarebbe quella di valutare in modo sereno le diverse proposte per verificare quale, a parità di requisiti, sia l’assicurazione più vantaggiosa. Non tutti però hanno il tempo di mettersi a girare e telefonare.

A questo scopo proliferano su internet i siti che permettono di mettere a confronto i parametri di diverse compagnie assicurative con un semplice click…
Continua a leggere

La crisi del credito e la stretta sulle imprese

down La crisi economica si fa sempre più profonda ed il PIL dei paesi più sviluppati sta subendo dei cali record. La produzione è in calo poichè le richieste sono in calo ed i mercati arrancano subendo una brutta notizia dopo l’altra.

Il sistema più colpito, quello bancario, che ha subito quasi interamente su di sé il crollo della finanza creativa, chiede aiuto e viene supportato in tutto il mondo dai governi.

Continua a leggere